IP Day Surgery Polispecialistico

Responsabile: Dott. Raffaele Sinno

Telefono: 0824 771300

 

La day surgery è finalizzata al ricovero, di norma della durata inferiore alle 12 ore, di pazienti che necessitano di prestazioni multiple e/o complesse di carattere diagnostico o terapeutico le quali per la loro natura non possono essere eseguite a livello ambulatoriale, in quanto richiedono un’osservazione medica e/o infermieristica protratta nell’arco della giornata.

L’assistenza in regime di day surgery comprende gli esami e le visite preoperatorie, l’intervento chirurgico ed i controlli postoperatori.

La day surgery in alcuni casi richiede il pernottamento in sede ospedaliera (one day surgery). In tale evenienza il paziente viene dimesso entro le ore 9:00 del giorno successivo.

Per quanto riguarda le patologie da ammettere al day surgery si riporta in allegato un elenco sintetico.

Nella valutazione dei pazienti candidati alla surgery, il chirurgo insieme all’anestesista deve formulare un giudizio in merito all’opportunità, prendendo in considerazione l’età, le condizioni generali, la situazione socio-familiare, il rischio anestesiologico, l’atteggiamento del paziente nei confronti dell’intervento “ambulatoriale”.

 

Criteri clinici

Per la selezione dei pazienti in tutti i paesi vengono applicati i criteri della classificazione ASA (American society of anesthesiology) che prevede la distinzione dei pazienti chirurgici in cinque Classi.

Per l’ammissione in Day surgery vengono considerati candidati possibili i pazienti appartenenti alle prime due classi, ossia pazienti in buone condizioni generali (I classe) e pazienti con malattie sistemiche minori che non interferiscono con le normali attività, nonché quelli con affezioni mediche ben controllate dalla terapia (classe II).

L’indicazione alla day surgery, quindi, va considerata in rapporto alle condizioni generali del Paziente e in relazione anche ai progressi  dell’introduzione di nuovi farmaci e tecniche anestesiologiche.

 

Criteri socio-familiari

Relativamente alla struttura logistica è preferibile che la residenza del paziente non sia lontana rispetto all’ospedale e comunque la distanza o il tempo di percorrenza debbono essere tali da permettere un tempestivo intervento in caso di necessità. In ogni caso il tempo di percorrenza dovrebbe essere compreso entro un’ora di viaggio. È prevista la possibilità per i pazienti di essere assistiti durante il ricovero e dopo l’intervento da un familiare, opportunamente istruito, che si dovrà far carico di accompagnare il paziente presso la propria abitazione e garantire tutta l’assistenza necessaria, soprattutto nelle prime 24 ore dall’intervento.

Ulteriore requisito per la selezione dei pazienti è rappresentato dalla certezza di comunicare telefonicamente con l’ospedale.

La struttura Ospedaliera ha definito un apposito regolamento interno coerente con le linee guida regionali

per disciplinare l’attività di day surgery.

 

Rapporti con il medico di medicina generale

Il medico di base riveste particolare importanza nella gestione e divulgazione della day surgery, per la possibilità di informare i suoi pazienti in merito agli innumerevoli vantaggi di questo nuovo modello organizzativo. Per poter svolgere questo ruolo egli deve essere ben informato sulle potenzialità e modalità di funzionamento dell’unità di day surgery a cui fa riferimento, facendo ricorso a materiale informativo adeguato.

La day surgery lavora ad un tasso di utilizzo intorno al 100% e funziona di norma per 250 giorni all’anno

Per quanto riguarda liste di attesa è stato istituito un registro gestito in base a criteri di massima trasparenza sui quali vengono riportati i tempi di attesa previsti e registrate eventuali cancellazioni o mancate presentazioni.